Acqua, ecco la mappa dell’inquinamento

Elevata criticità in città e a Vito d’Asio, media a Roveredo e Spilimbergo. Anche San Quirino e Cordenons compaiono nell’elenco delle aree coinvolte

di Martina Milia

ORDENONE. Potabile ma non di buona qualità. L’acqua in provincia – ma soprattutto a Pordenone città – non gode di un buono stato di salute.

E a dirlo sono state le stesse società che gestiscono il servizio idrico integrato, nelle relazioni depositate in quarta commissione del consiglio regionale dove si è analizzato il rischio legato alla presenza – registrata ormai un anno fa – di desetildesisopropilatrazina (Dact), composto della degradazione dell’atrazina.

Continua a leggere

Posted in Informazione | Tagged , , , | Leave a comment

San Quirino, cambia il consiglio comunale ma non l’atteggiamento della maggioranza sul biogas

99

Posted in Comunicati | Tagged , , | Leave a comment

IMPIANTI A BIOGAS SEQUESTRATI

IMPIANTI A BIOGAS SEQUESTRATI: IRREGOLARE RACCOLTA, TRASPORTO E SMALTIMENTO DEL DIGESTATO

Pubblicato su da ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE LUCANIA

Lo scorso settembre abbiamo voluto accendere i riflettori sugli impianti a biomassa e sulla puzza nauseabonda che si crea nelle vicinanze, per alcuni di essi, e sui necessari controlli sul digestato (http://www.olambientalista.it/?p=40210) —> continua a leggere

Posted in Informazione | Tagged , , , , , | Leave a comment

Quante vittime (di stato) delle biomasse?

Anche con l’emergenza aria avvelenata la politica continua a sostenere gli interessi speculativi (e il finto ambientalismo delle “rinnovabili”) contro la salute. Le biomasse “cattive” sono solo quelle “civili” per riscaldamento, quelle industriali, puramente speculative, che producono una misera quantità di elettricità a prezzo di un elevato inquinamento, sono invece “virtuose” per il governo e le varie agenzie pubbliche. Rappresentano fonti emissive trascurabili (lo dicono loro) e sembra quasi che le loro poveri fini e ultrafini e il benzo(a)pirene che rilasciano abbondantemente nell’aria siano diverse, non pericolose, forse perché purificate dallo scopo mistico della riduzione dei gas serra. I gas serra non li riducono se non in maniera infinitesimale, i morti, invece li causano sul serio perché sono in gioco veleni dell’aria che anche a basse concentrazioni aumentano in modo implacabile la mortalità prematura. Si vede che le divinità del nostro tempo: il profitto speculativo senza scrupoli, l’ambientalismo falso e antiumano hanno bisogno di nutrirsi di vittime sacrificali. Come gli dei delle civiltà mesoamericane che sarebbero “morti” se non nutriti continuamente di sangue umano.

Continua a leggere

Posted in Informazione | Tagged , , , | Leave a comment

Il cattivo odore a Cernaia colpa dell’impianto a biogas

Secondo l’Arpat tutto deriva dalla manutenzione alla società Campopiano «Nessuna emergenza ambientale» ma i comitati puntano il dito contro il Comune

Leggi l’articolo su Il Tirreno

Posted in Informazione | Tagged , , | Leave a comment