Il comitato per la salvaguardia di San Foca sul consiglio comunale del 18/12/2012

Questo comunicato è stato trasmesso alla stampa locale il giorno dopo il consiglio comunale del 18/12/2012 ed è stata l’unica comunicazione ufficiale da parte del Comitato:

‘Il Comitato per la salvaguardia di San Foca‘ è un comitato regolarmente costituitosi in data 25 ottobre 2012 per opporsi alla messa in funzione della centrale a biogas in fraz. San Foca.
I componenti del comitato sono cittadini accomunati da senso civico ed agiscono esercitando dei diritti nel modo più PACATO e PACIFICO possibile.
La sera del 18 dicembre 2012 in sede di Consiglio Comunale a San Quirino, i rappresentanti del Comitato presenti, si sono trovati davanti ad uno scenario di grande tensione con carabinieri, poliziotti in borghese e i 2 vigili comunali; inoltre la sala era talmente piena che all’orario di inizio della seduta, parte di sanfochesi ed altre persone non hanno potuto assistervi. Che sia stato un caso?
Il Sindaco, tra l’altro sprovvisto di microfono, ha alzato la voce per intimare ad una cittadina di interrompere la registrazione della seduta consiliare ed ha vietato alla giornalista presente di fare delle fotografie.
Teniamo a precisare nuovamente che il Comitato ed i cittadini a cui loro fanno capo, agiscono concordi nell’OSSERVANZA DELLA LEGGE, DELLA BUONA EDUCAZIONE IN RISERVATEZZA, e trovano assolutamente INCREDIBILE che un’amministrazione comunale possa aver preparato uno scenario simile ed assolutamente “FUORI LUOGO“.
Questo Comitato fa parte del “Coordinamento Difesa Ambientale” che ha lo scopo, attraverso l’informazione, di dare una visione sistemica all’aspetto delle problematiche ambientali del nostro territorio (www.difesambientale.org).

Riguardo l’articolo del Messaggero Veneto uscito due giorni dopo la seduta consiliare, teniamo a precisare che nessuno in apertura del consiglio comunale aveva proibito di registrare né tanto meno di riprendere. L’altra precisazione riguarda l’importo della fideiussione per la dismissione dell’impianto che è di euro 210.000 non di euro 500.000! Tra 15 anni… No comment!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *