Grave incidente ad una biogas nell’aretino,inquinato un torrente.

Comitato per la tutela del paesaggio alle  pendici  del Pratomagno e Via Setteponti

COMUNICATO STAMPA – 28 Febbraio 2013

incidenti_aretino

A nome del  Comitato intendo esprimere rammarico per quanto accaduto ieri 27 Febbraio nel comune di Subbiano, a seguito dello sversamento di migliaia di tonnellate di acque nere di un impianto a biogas. Il refluo inquinante sì è riversato nel torrente Rio Talla, fino a raggiungere il fiume Arno, con danni e conseguenze gravissime per la fauna e la flora, in corso di accertamento da parte dei corpi speciali interessati. E’ sempre fastidioso dover dire l’avevamo detto (e scritto). Eppure è così e lo vogliamo ribadire perché le amministrazioni locali, provinciali  e regionali si rendano bene conto, una volta per tutte- e purtroppo non è la prima né sarà l’ultima, visto che sono già 3 casi (conosciuti) in 3 settimane, nel Regno Unito, nel fiume Ambra(AR) e questo- degli enormi  rischi legati a questo tipo di impianti. Il comitato lo ripete oggi a seguito di questo triste incidente, perché sia evitato domani, avendo cognizione di causa e conoscenze adeguate: con le numerosissime testimonianze  raccolte degli incidenti accaduti in Italia e all’estero , dovuti alle centrali a biogas.  Il comitato ha convogliato in Provincia ed in Regione  studi scientifici di tecnici e ricercatori di altissimo livello internazionale  attraverso le ben note  4 memorie diffida e relative 10 perizie , pubblicate nei convegni e sit-in organizzati in questi primi 2 mesi del 2013.


Per il Comitato
Il Presidente Geom. Giancarlo Felici

Notizie
http://www.lanazione.it/arezzo/cronaca/2013/02/27/851497-arezzo-talla-sversamento-arpat.shtml

http://www.arezzoweb.it/notizie/speciale.asp?idnotizia=80482

http://www.arezzonotizie.it/home/cronaca/item/92852-sversamento-di-acqua-nera-nellaffluente-dellarno-a-subbiano

This entry was posted in Stampa e notizie and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *