Potenza Picena: Biogas in contrada Marolino, il Comune inoltra istanza di annullamento alla Regione Marche e un esposto alla Procura

A seguito delle indagini giudiziarie nei confronti di alcuni funzionari della Regione Marche e di soggetti privati che ipotizzano i reati di associazione a delinquere finalizzata alla truffa e/o all’abuso d’ufficio in relazione all’autorizzazione di una pluralità di impianti a biogas nel territorio marchigiano, il sindaco Sergio Paolucci, in data 25 marzo 2013, ha inoltrato alla Regione Marche istanza di annullamento o revoca del decreto n. 3/EFR dell’08.01.2013 con il quale è stata autorizzata la centrale a biogas in contrada Marolino a favore della ditta VBIO7 S.A. srl.
Nell’istanza si ripercorrono le tappe che hanno caratterizzato l’attività istruttoria evidenziando in particolare che l’autorizzazione è stata rilasciata con il parere negativo del Comune di Potenza Picena e della Provincia di Macerata appena una settimana prima dell’approvazione della legge regionale sulle aree non idonee in base alla quale l’area prescelta per l’impianto non rientra tra quelle in cui è consentito l’insediamento di centrali a biogas.

Nello stesso giorno è stato inoltre trasmesso un esposto alla Procura della Repubblica di Ancona, titolare dell’indagine giudiziaria, con il quale il Comune ha dato notizia alla Procura del ricorso presentato presso il Tar Marche contro l’autorizzazione rilasciata dalla Regione Marche. L’Amministrazione Comunale ha inoltrato alla Procura copia del ricorso per rendere edotta l’Autorità Giudiziaria delle eccezioni sollevate dal Comune affinché sia valutato se, nei fatti riferiti e desumibili, sono riscontrabili estremi di reato in danno della comunità di Potenza Picena.

dal Comune di Potenza Picena
www.comune.potenza-picena.mc.it

This entry was posted in No biogas and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *