San Quirino: Biogas, battaglia in consiglio. Santarossa: «Ritirate l’odg»

SAN QUIRINO Torna in consiglio, domani, l’ordine del giorno sulla costituzione del “Comitato di controllo” cittadino sulla conduzione dell’impianto di biogas di San Foca. Ma il consigliere di minoranza Stefano Santarossa (San Quirino Cambia) denuncia: «In tre mesi non c’è stata discussione e ora ci chiedono di votare un odg che non abbiamo letto. Chiederò che il punto sia nuovamente sospeso». Intanto ieri il sindaco Corrado Della Mattia ha fatto sapere: «Devo confrontarmi con la Sito Energy, proprietaria dell’impianto, per capire se è d’accordo a modificare il punto della convenzione sottoscritta (36 mesi fa, ndr) con il Comune, la quale prevede la costituzione del comitato: se non sarà d’accordo non potremmo modificare nulla. L’incontro si terrà domattina». Il giorno del consiglio. Si tratta del regolamento, proposto dalla maggioranza, che disciplinerà la costituzione e le funzioni di questo organismo consultivo e di segnalazione rispetto a come viene condotto dal privato l’impianto. L’odg, a marzo, era stato sospeso su richiesta di Santarossa: aveva contestato la legittimità delle modalità di individuazione dei componenti del comitato stesso (tramite una consultazione elettorale aperta a tutti i residenti di San Foca, ma non disciplinata da alcuna normativa) e l’assenza di garanzie sull’estraneità degli eletti rispetto a quelli che aveva definito «gli enormi interessi speculativi che gravano sull’impianto». L’odg era stato sospeso per trovare una soluzione alternativa. Santarossa chiedeva che alla discussione partecipassero anche i consiglieri di minoranza e il “Comitato per la Salvaguardia di San Foca”, che da anni si batte contro la centrale biogas.

Fonte: Messaggero Veneto

This entry was posted in Stampa e notizie and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *